Close

Chean informa: ristrutturazioni in Edilizia, i permessi caso per caso

Share
In un momento fiscalmente favorevole agli interventi di ristrutturazione edilizia è utile conoscere tutti gli adempimenti necessari per avviare i lavori, oltre ai requisiti per accedere alle agevolazioni.

Fino alla 31/12/2016 si può utilizzare un bonus per le ristrutturazioni in edilizia, in forma di detrazione del 50% sulle spese sostenute, per lavori fino a € 96.000,00 su ogni singolo immobile.

Per i piccoli interventi di ristrutturazione non è necessaria alcuna segnalazione, per altri basta comunicare l'inizio lavori, per altri ancora servono la SCIA (segnalazione certificata di inizio attività); il nostro ufficio tecnico vi indica caso per caso i permessi che sono necessari in quanto ogni regione ha una propria regolamentazione.

Di seguito riportiamo un elenco dei vari permessi necessari per effettuare le ristrutturazione edili. Edilizia libera non è necessario alcun adempimento burocratico:
manutenzione ordinaria: definiti dall’articolo 31 della legge 457/1978, riguardano "le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti", ovvero i lavori comuni di ristrutturazione in appartamento, come: tinteggiatura, pavimenti, rifacimento impianto elettrico o tubature, caldaie.
Per l'abbattimento di pareti o la sostituzione di vani porte bisogna controllare il regolamento del Comune, che in alcuni casi richiede la Scia, stesso discorso per lavori semplici sull'edificio come la ritinteggiatura facciata. Eliminazione di barriere architettoniche, esclusa la realizzazione di rampe o ascensori esterni o interventi che alterano la sagoma dell'edificio.

CIL o CILA asseverata da una relazione di un tecnico
Le procedure di Comunicazione inizio lavori (CIL) e Comunicazione inizio lavori asseverata (CILA) riguardano specifici interventi edilizi: sono più semplici della Scia (segnalazione certificazione inizio attività) e, nel caso della CIL, possono essere presentate anche dal cittadino senza l’intervento di un tecnico. Sono state introdotte dalla legge 73/2010, che ha riscritto l'articolo 6 del Testo Unico dell’edilizia (Dpr 380/2001).

Di seguito riportiamo un elenco dei lavori per cui bisogna presentarla:
manutenzione straordinaria: opere per "rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non comportino modifiche delle destinazioni di uso" come ad esempio l'abbattimento e spostamento di pareti o apertura di porte interne. Oltre alla comunicazione di inizio lavori bisogna trasmettere i dati identificativi dell'impresa a cui si affida la realizzazione ed una relazione tecnica di un tecnico abilitato che assicuri sotto la propria responsabilità la conformità dei lavori ai regolamenti edilizi e alle norme.
E' sempre opportuno verificare i regolamenti comunali per capire quali interventi si considerano straordinari e quali ordinari richiedendo un permesso di costruire (cambio di volumetrie, eccetera).
Opere dirette a soddisfare esigenze contingenti e temporanee immediatamente rimosse al cessare della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a 90 giorni. Pavimentazione e finitura di spazi esterni, anche per aree di sosta, contenute entro l'indice di permeabilità, ove stabilito dallo strumento urbanistico comunale, compresa la realizzazione di intercapedini interamente interrate e non accessibili, vasche di raccolta delle acque, locali tombati.
Pannelli solari, fotovoltaici e termici, senza serbatoio di accumulo esterno, a servizio degli edifici, da realizzare al di fuori della zona A) di cui al decreto del Ministro per i lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444. Aree ludiche senza fini di lucro ed elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici.
Si ricorda che in tutti i questi casi bisogna anche presentare, dove necessario, l’aggiornamento dei dati catastali.

SCIA
La segnalazione certificata di inizio attività è stata introdotta con la legge 122/2010, che ha modificato l’articolo 19 della legge 241/1990: di fatto sostituisce la DIA (Denuncia di inizio attività) e ha validità dal giorno in cui viene presentata, senza attendere tempi burocratici di autorizzazione e via dicendo.

Di seguito riportiamo un elenco dei lavori per cui bisogna presentarla:
- restauro e risanamento conservativo: interventi rivolti a conservare l’organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell’organismo stesso, ne consentano destinazioni d’uso con essi compatibili, essi comprendono il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi dell’edificio, l’inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell’uso, l’eliminazione degli elementi estranei all’organismo edilizio.
- ristrutturazione edilizia: interventi rivolti a trasformare gli organismi edilizi mediante un insieme sistematico di opere che possono portare ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente, essi comprendono il ripristino o la sostituzione di alcuni elementi costitutivi dell’edificio, eliminazione, modifica e inserimento di nuovi elementi e impianti. Varianti a permessi di costruire che non incidono su parametri urbanistici e volumetrie, non modificano destinazione d’uso e categoria edilizia, non alterano la sagoma e non violano le prescrizioni del permesso di costruire.

Permesso di costruire
L'articolo 10 del Testo Unico per l’Edilizia lo prevede nei seguenti interventi:
- nuova costruzione,
- ristrutturazione urbanistica,
- ristrutturazione edilizia che porti a un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente, o aumento di unità immobiliari, modifiche del volume, della sagoma, dei prospetti o delle superfici, o mutamenti della destinazione d’uso.

Per qualsiasi informazioni e richieste di preventivi i nostri uffici sono a disposizione.